Le parole che creano mondi

Introduzione alla legge d'attrazione


Tutto è iniziato con un suono

"Allora Dio disse: Sia la luce! E fu luce. " (Genesi 1.3)

Dall'inizio dei tempi l'umanità si è distinta dalle altre creature grazie alla parola e ha reso questa parola espressione sacra con l'accompagnamento di altri suoni, note che tendevano e correvano verso Cielo come in un abbraccio tra l’uomo e il Divino.

Il canto, per esempio, assume ancora il valore mistico che aveva nell'antichità.

La vibrazione delle corde vocali che si uniscono come in un bacio è l'immagine dell'essenza vitale: in alcune culture un bambino inizia ad esistere quando la madre pronuncia il suo nome ad alta voce per la prima volta scoppiando in risate fragorose.

Le parole creano mondi.

Quando intoniamo la melodia di un momento speciale della nostra vita, ci svegliamo come da un lungo sonno.

Iniziamo a sentire l'essenza del presente mentre sorgono i nostri ricordi.

Le parole creano il senso del tempo.

Nam Myoho Renge Kyo.

È un antico Daimoku che nel Buddhismo si ripete ritmicamente durante la meditazione: tradotto liberamente, "Mi risveglio dalle difficoltà della vita nella meraviglia del suono".

Le neuroscienze hanno dimostrato che le parole che scegliamo determinano come il nostro cervello reagisce alla realtà.

In effetti, le parole che usiamo sono responsabili della nostra produzione ormonale, le nostre parole sono le carte biochimiche delle nostre emozioni e sentimenti.

Se sappiamo come funziona il nostro cervello e sappiamo come usare le parole giuste nel giusto ordine, possiamo gestire il nostro stato emotivo e le interazioni con gli altri.

"Quello che dici, diventa.
Quello che nomini, esiste.
Così come dici, stai. "

Quando ci immergiamo nella meraviglia del suono di parole ALTE, LUMINOSE e FLUIDE, ci svegliamo dalle difficoltà della vita e iniziamo a chiamarle sfide e opportunità.

In altre parole:

"Cambia il modo in cui pensi, cambia il modo in cui ti senti, cambia il modo in cui percepisci il mondo."

Per la legge di attrazione, se chiedi per te una vita alta, luminosa e fluida, devi offrire parole alte, luminose e fluide.

"Offri ciò che cerchi."

Inizia pure un poco alla volta, ma inizia a scegliere parole “più buone”, adesso.

È arrivata la tua chiamata.

Come ogni Eroe che si rispetti.

Ma questo è un’altra storia e merita un capitolo a parte.

Note:

Per la “Via dell’ ALF” e l’utilizzo di parole alte, luminose e fluide rimando alla lettura di “Respira come se fossi felice”, di L. Landolfi e P. Borzacchiello, Minerva, 2016.

Per un approfondimento sul Daimoku invito alla lettura del romanzo “Il Budda, Geoff ed Io” di E. Canfor-Dumas, Rider/Esperia, 2005/2011.


3 views
The Camelot Institute of Human Interactions Logo

Main Reception:

Mon-Fri 11.00am-6.30pm

      0800 069 8230

 

Email: info@thecamelotinstitute.com

  • White Instagram Icon

The Camelot Institute of Human Interactions is a registered trademark.